loading

Sistema gestione integrato

Sistema gestione integrato

Modello di organizzazione - D.LGS 231/01

ADOZIONE MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI D.LGS.231/01

In data 23/01/2019, Pro.ge.s.t. società cooperativa sociale ha formalmente adottato il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo (cosiddetto MOGC) ed aggiornato il proprio Codice Etico in applicazione del Decreto Legislativo 8 giugno 2001 n. 231 – “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica…”

Il MOGC ed il Codice Etico intendono formalizzare i principi, le regole e le procedure già esistenti, finalizzate a prevenire comportamenti illeciti da parte di dipendenti e collaboratori esterni, nello svolgimento delle rispettive attività.
Il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo analizza le diverse attività della Cooperativa, individuando quelle a rischio ed indicando le misure da adottare per prevenire i reati indicati dal Decreto e per i quali Pro.ge.s.t. può essere chiamata a rispondere in sede giudiziaria.
Il Codice Etico definisce i comportamenti individuali di tutte le persone che operano per la Cooperativa.
Il mancato rispetto di una delle disposizioni del MOGC, nel corso di un’attività svolta in nome e per conto della Cooperativa, nonché in tutte le altre situazioni potenzialmente a rischio di commissione di reato, è considerato una forma di comportamento illecito ed è formalmente condannato in quanto contrario sia alle disposizioni di legge, sia ai principi etico-sociali adottati dalla Cooperativa e dai suoi membri, quale che sia la funzione svolta.
In applicazione dello specifico sistema disciplinare adottato ai sensi del D.lgs 231/01, è espressamente prevista l’applicazione di sanzioni anche nei confronti dei collaboratori esterni e dei fornitori (MOGC – parte generale - cap. 6.4.4):
Nei confronti di tutti coloro che operano in qualità di collaboratori, consulenti esterni e fornitori della Società, valgono le seguenti disposizioni: ogni comportamento posto in essere in contrasto con le linee di condotta indicate nel Codice Etico (MR-22-02) aziendale e tale da comportare il rischio di commissione di un reato sanzionato dal Decreto, potrà determinare, secondo quanto stabilito dalle specifiche clausole contrattuali inserite nelle lettere di incarico o negli accordi, la risoluzione del rapporto contrattuale, fatta salva l’eventuale richiesta di risarcimento, qualora da tale comportamento derivino danni concreti alla Società, come nel caso di applicazione da parte del giudice delle misure previste dal citato Decreto.

Contestualmente all’adozione del MOGC, Pro.ge.s.t. ha provveduto a nominare un Organismo di Vigilanza, incaricato di controllarne la corretta ed efficace attuazione, i cui componenti rispondono ai requisiti di autonomia, indipendenza, professionalità, continuità di azione.
Vi chiediamo di segnalare all’Organismo di Vigilanza ogni situazione che possa comportare la commissione di reati. L’OdV è tenuto alla massima discrezione ed a non comunicare, salvo espressa volontà degli interessati, le fonti di tali segnalazioni.

Come contattare l’Organismo di Vigilanza:
indirizzando la corrispondenza ad Organismo di Vigilanza – Pro.ge.s.t. s.c.s., corso Peschiera n. 222 – 10139 Torino;
oppure con posta elettronica ad odv.231@cooperativaprogest.it .